Cafoni & Principesse by Diego Dalla Palma

Nella cosmetica si può usare la sensualità senza cadere nel trash? Sì, si può: lo dimostra la nuova campagna di DSquared2 per lanciare il profumo Wild.


Diego Dalla PalmaUn bel ragazzo, nudo, si abbassa l’unico indumento che veste il suo corpo: un paio di jeans. Non ha mutande, si vede il bosco confinante con l’alberello ma la sua posizione, il suo sguardo pensoso e malinconico (non arrogante e insolente: “ingrediente” spesso associato al nudo) rende questa immagine sexy e, nel contempo, di rara incisività e per nulla volgare. Bravi!!!

L’istituto Piepoli, ha realizzato un’indagine, commissionata dall’autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza. Si doveva scoprire se l’aspetto fisico, soprattutto il grasso superfluo, e altri fattori come l’omosessualità e il razzismo, influenzassero i comportamenti dei ragazzi. I grassi, sono soggetti a continue discriminazioni dopo gli omosessuali e i Rom ma, soprendente, l’84% dei ragazzi intervistati non trova affatto giusto che questo accada. Che siano i giovani a salvare il mondo dall’ignoranza che impera ovunque?

La campagna della furba e algida Victoria’s Secret, per pubblicizzare la sua linea di lingerie “perfect body”, ha scatenato le ire di molte donne provocando una petizione sul web per cambiarla. Decine di migliaia di persone hanno firmato l’appello in Inghilterra, mentre negli USA non era accaduto niente di simile. Il messaggio dannoso e insano conduce chiunque a pensare di poter giudicare una donna in relazione all’immagine del suo corpo. Questo ha creato un putiferio. Non è la prima volta che la signora Vittoria propone la magrezza come “trofeo” di perfezione, senza immaginare quali danni questo possa portare a ragazze fragili, già tendenti all’anoressia. Ma cosa volete che abbia in testa una che pubblicizza le misure del membro del marito anziché allarmarsi che costui si vanti di non avere mai letto un libro in vita sua?

Finalmente, ecco la rivincita per le ultrasessantenni: L’Oréal ha scelto Helen Mirren (quasi settantenne) quale testimonial per la linea “Age Perfect”. E la brava Mirren, attrice raffinata ed elegante senza avere la pretesa di stupire ad ogni costo, ha chiesto a Liliane Bettencourt, figlia novantenne del fondatore di L’Oréal, che le foto non venissero ritoccate. Assecondatela per il bene di tutto il mondo cosmetico. E grazie anche alla “principessa” Mirren. E già che ci siamo, ricordiamo anche il caso Jane Fonda. Perfect!

Ma c’è una principessa che voglio citare. Un mito. Fuori dai riflettori e dalle regole dell’ovvio. Bella ancora oggi, rassicurante, serena, colta e raffinata: Novella Calligaris. E il cafone, chi è? Chi ha inventato il massaggio per un ovale perfetto. È un analista orientale. Dice che la forma del viso è ciò che preoccupa le donne. Ma di quali donne parla? Ovviamente, conosco il nome, che non pubblico. Se qualcuno lo vuole sapere mi offra un viaggio a Pechino, così vado personalmente a dirgli che è un cogl…