Campomarzio 70. Laboratorio di cultura olfattiva

Autore: Wilma Sommariva

Un punto di riferimento per chi desidera un approccio al mondo delle fragranze fatto di creatività e passione. Ma anche un luogo di diffusione della cultura olfattiva. Negli spazi esclusivi di Campomarzio70 a Roma si trova tutto quello che compone il mondo della profumeria artistica.


IValentino Di Liellol progetto Campomarzio70 The Essential Culture prende vita dalla passione per la profumeria artistica di Gianni Di Liello, profumiere di terza generazione, e dei figli Valentino e Fabrizio. Grazie a loro, negli Anni Novanta, nasce in piazza del Pantheon a Roma una boutique che getta le basi di un percorso dalla chiara vocazione: la profumeria artistica. Questa mission si struttura più chiaramente nel 2003 con l’apertura dello spazio di via Campomarzio70 - di qui il nome dell’intero progetto - e prende nuova forma, più matura e completa, nell’esclusiva cornice dell’Essential Gallery di via Vittoria.

Sintesi ed evoluzione degli altri spazi, la boutique nata da poco più di un anno occupa una location fuori dal comune, un po’ laboratorio culturale un po’ atelier à parfum. Nata per diventare punto di riferimento della profumeria artistica nazionale e internazionale, è anche e sempre di più punto di incontro tra chi ama i profumi e chi li crea.

Qui, non soltanto si possono trovare fragranze esclusive (made in Italy ma anche di provenienza europea) ma si svolgono anche importanti appuntamenti che permettono agli ospiti di avvicinarsi all’arte dei profumi: corsi su fragranze e personalità, “giornate da naso” a cura di Mouillettes&Co., workshop di yoga olfattivo, degustazioni e, naturalmente, presentazioni in anteprima di nuovi jus. Tra le ultime iniziative, “One Nose Ahead - Visions of Perfumes Caught in the Act”: dal 12 marzo, e per tutto il mese, il pubblico ha avuto accesso a nove chiavi di lettura del profumo senza alcun supporto olfattivo. Vere e proprie ‘visioni’, tra grafica e parola, di rinomati nasi e perfume designer: Julian Bedel, Emilie Bouge, Simon Brooke, Lorenzo Dante Ferro, Yosh Han, Giuseppe Imprezzabile, Vero Kern, Clara Molloy, Angelo Orazio Pregoni.  ha raccontato ad Allure storia e progetti futuri di un concept che non manca mai di stupire.

campomarzioCome definire Campomarzio70?
Cosa rappresenta nel mondo delle fragranze? Quello che siamo credo sia ben espresso nel pay off che abbiamo di recente aggiunto al nostro logo: The Essential Culture. La cultura essenziale intesa come cultura delle essenze, quindi dei profumi. Ma anche come cultura che è essenziale, quindi necessaria, per la diffusione di una certa idea di estetica e di comprensione del mondo. Campomarzio70 intende essere un punto di riferimento per chi desidera un approccio anche culturale al profumo e al mondo delle fragranze. Non a caso i marchi che presentiamo nella Essential Gallery di via Vittoria, oltre ad essere esclusivi sul territorio romano e in alcuni casi anche nazionale, sono frutto di una ricerca di qualità e originalità consolidata o da dimostrare. Lo spazio è infatti pensato anche come trampolino di lancio per marchi e nasi emergenti.

Come è nata l’idea di questa location così esclusiva?
Quando ci siamo resi conto di non essere i soli ad aver voglia di andare oltre l’aspetto esterioreolfattivo delle singole fragranze, a sentire il desiderio di viverle, scoprendone anche i retroscena culturali e storici. La maggior parte della nostra clientela, italiana mone straniera, è sulla nostra lunghezza d’onda. E basta guardarsi intorno, sul web prima di tutto, per capire che si tratta di una necessità diffusa. Con la Essential Gallery di via Vittoria abbiamo voluto dare una “casa” a tutti coloro che il profumo lo vivono in questo modo, sia che si tratti di fruitori finali, sia di nasi creatori.

L’esclusività è stata una naturale conseguenza... Nel momento in cui si privilegia l’approfondimento verticale, è necessario attuare una selezione, pur all’interno di un mondo che è già di per sé selettivo. Diversamente saremmo costretti a rimanere in superficie e non è il nostro obiettivo. Ai brand di profumeria e cosmetica abbiniamo anche altri marchi, sempre di ricerca, che rispecchiano lo stesso principio di “estetica profonda”. Uno di questi è il marchio Chez Dédé, borse e accessori rigorosamente made in Italy con un tocco eco-chic molto francese che ci sta dando grandi soddisfazioni.

campomarzioCampomarzio, Pantheon e via Vittoria: condividono la stessa anima o qualcosa li rende unici?
L’anima è la stessa, ma ciascuno ha una propria identità. Pantheon racchiude i marchi della profumeria artistica e prodotti cosmetici di più facile comprensione, se possiamo dire così. Da qui è iniziato negli anni Novanta il percorso della mia famiglia nel mondo della profumeria di nicchia. Nel 2003 nasce la boutique di Via di Campo Marzio 70, che poi ha dato il nome ai nostri punti vendita.

Qui abbiamo iniziato a introdurre anche brand di ricerca, che importavamo in anteprima sul mercato italiano. A poco a poco, questo punto vendita è diventato il riferimento per la clientela più esigente e attenta all’evoluzione del mercato. Un luogo dove si può respirare un’aria internazionale e dove si viene accolti e coccolati con grande attenzione. Sempre in questo contesto prende avvio anche la nostra attività distributiva che a fine 2010 ci ha portato a creare Essential Gallery.

Secondo quali criteri selezionate le fragranze?
Qualità, prima di tutto, originalità ed esclusività sul mercato nazionale e internazionale. Ma soprattutto scegliamo marchi che condividano la nostra filosofia, culturale e commerciale. Un fattore fondamentale per definire i vari step di commercializzazione nei punti vendita e in seguito in distribuzione.

campomarzioLa cliente tipo di Campomarzio70?
Una cliente attenta e informata su tutto quanto avviene nel mondo della profumeria artistica. Curiosa e sensibile al fascino particolare di questo settore. Per tutti i nostri clienti vale comunque, da parte nostra, lo stesso input: servizio, competenza, consulenza. Anche in lingua (inglese e russo) e anche su misura. Con la possibilità di ricevere i clienti in forma privata al primo piano della nostra Gallery.

Quale valore aggiunto apportano i vostri corsi e iniziative come “One Nose Ahead”?
Rientrano nel nostro concetto di cultura, una parola che a nostro avviso deve essere riempita di contenuti concreti se non vuole restare un semplice e spesso abusato involucro. One Nose Ahead è nato in collaborazione con nove nasi, nazionali e internazionali. Abbiamo chiesto di dare una forma bidimensionale alla loro personale idea di profumo, senza usare il profumo. Il risultato sono nove tavole uniche, rimaste in esposizione in galleria per oltre un mese. Proponiamo anche corsi in collaborazione con Mouillettes & Co., di fatto l’unica scuola sul profumo degna di questo nome in Italia. Anche in questo caso intendiamo mettere qualità e competenza al primo posto, soprattutto in un momento in cui sono tanti gli esperti improvvisati.

Progetti futuri?
Sono tanti e variegati! Per essere informati in tempo reale, è sufficiente seguirci sul nostro sito, sulla nostra pagina Facebook oppure iscrivendosi alla newsletter.

Photo credits: © design for architecture © Diego Comi Ph