Comunicazioni impattanti per raccontare l'anima del profumo

Campagne pubblicitarie strategicamente concepite per creare maggior impatto sul target da raggiungere. Veri capolavori che annoverano registi e fotografi di fama internazionale per dirigere attori e modelle.


Con il compito di “raccontare” attraverso una campagna stampa o uno spot televisivo l’anima del profumo. Che sia un nuovo profumo, o un profumo già in gamma. Nasce così un messaggio, spesso dotato di valenze artistiche, capace di provocare quell’emozione che stimola a provare il profumo. Fondamentali restano l’alchimia del jus e il pack che devono convincere definitivamente per contribuire al raggiungimento del successo di vendita.

Light Purity

Come tradurre in immagini la luminosità purissima e preziosa del nuovo Omnia Crystalline L’Eau de Parfum di Bulgari? Con la bellezza diafana della top model Edita Vilkeviciute, incorniciata da una tiara di diamanti.

Bulgari

Luminosità, purezza, trasparenza. Queste le parole chiave del nuovo Omnia Crystalline L’Eau de Parfum di Bulgari e queste anche le suggestioni delle immagini che lo rappresentano. Una coerenza, quasi una sovrapposizione, non facile da trovare nell’universo della comunicazione. Sì, perché il volto radioso della top model Edita Vilkeviciute - che la fotografa di moda Liz Collins ha immortalato nella carezza di una luce evanescente, incorniciato da una tiara di diamanti - è l’essenza stessa di Omnia Crystalline. Un’idea di preziosità - e come potrebbe essere altrimenti, trattandosi di Bulgari? - esaltata dall’anello e dal bracciale della collezione di alta gioielleria “Diva”, in oro rosa e pavé di diamanti, indossati dalla top model. Tonalità in perfetta sintonia con il flacone dal design delicato, audace e moderno, che la modella avvicina sensualmente al collo o che domina la scena in un rigoroso ma morbido still life.

Ispirazioni che si ritrovano nel film, diretto dalla fotografa e video-maker Sonia Sieff. Gradualmente e dolcemente, si svela il fascino di una giovane donna, virginale e pronta a sbocciare. Edita - è lei la protagonista - compare poco a poco, dall’oscurità verso la luce piena: prima la silhouette, poi il volto diafano, infine lo sguardo intenso. Sembra di sentirla nell’aria la sinfonia vellutata di Omnia Crystalline L’Eau de Parfum, realizzata - come il suo iconico predecessore, Omnia Crystalline Eau de Toilette - dal maestro profumiere Alberto Morillas: “Desideravamo restare nel medesimo universo. Il cristallo diventa qui più denso e più nobile. L’effetto luminoso e di petali del fiore di loto rappresenta ancora una volta il cuore della creazione, ma è impreziosito da materiali nuovi, nobili, ricchi e avvolgenti, come una sciarpa di cachemere”.

Bulgari

Nasce così una fragranza candida, floreale e boisée. Nelle sue note di testa, gli accenti del mandarino e del fiore di loto, che torna nella note di cuore insieme alla concreta di iris e all’eliotropio. Preziosa e avvolgente, l’armonia di fondo emana sentori di sandalo bianco e benzoino del Siam. Per una donna dall’appeal discreto e sottilmente sexy, che lascia il segno della sua presenza.

Exclusive Style

Un uomo di mondo e raffinato, che si distingue per la forza del suo carisma e per l’unicità del suo stile. È l’uomo Made to Measure, la nuova fragranza Gucci. Splendidamente incarnato da James Franco.

Gucci

In un elegante smoking “made to measure”, lui ammira le luci della città da un bow-window del Sunset Tower Hotel, uno dei luoghi più esclusivi di Hollywood, il cui stile Art Deco e le celebri decorazioni fanno da sfondo al flacone Made to Measure. È assorto nello spettacolo della città illuminata, la città dei sogni, dell’immaginazione, la città dove tutto è possibile. E torna con la mente alla sua Lamborghini 350 GT del 1965, in una meravigliosa notte d’estate sulla Mulholland Drive. In lontananza, i bagliori notturni di Los Angeles. Sente la libertà della città, la libertà del suo destino.

Così, nelle sequenze del film diretto dal regista Nicolas Winding Refn per la campagna televisiva della nuova fragranza Made to Measure, il fascinoso attore, scrittore, regista e relatore universitario James Franco racconta l’anima esclusiva del profumo. Altrettanto suggestiva, la campagna stampa - affidata, come la precedente, alla direzione artistica di Riccardo Ruini - punta sull’essenzialità estetica di un’immagine in bianco e nero, dove ritornano tutti gli elementi chiave del film: lui, il profumo, l’auto, la città. E quella magica allure di perfezione e unicità, che sono gli stessi asset sui quali ha lavorato Frida Giannini, direttore creativo del marchio, per dare vita a Made to Measure. Costruito proprio come un abito su misura di Gucci, il jus si svela in un aroma orientale speziato, combinazione di ingredienti sapientemente selezionati in tutto il mondo.

Gucci

Il primo contatto (note di testa) rimanda all’esperienza di vedere e toccare un abito sartoriale. I semi di anice, i fiori d’arancio tunisino colti e distillati a mano, il bergamotto calabrese. E la più delicata lavanda provenzale, che ne attenua la forza con la sua carezza morbida ma calda. Il cuore è eclettico, caratteristico. Le note pungenti del ginepro donano un connubio di struttura ed eleganza maschile. Gli accenti enigmatici e sonori della noce moscata dello Sri Lanka, accompagnati da quelli succulenti della prugna, richiamano la morbidezza del cachemere.

Come la struttura e il taglio denotano un abito splendidamente costruito, così le note di fondo donano alla fragranza la sua anima sartoriale. La ricchezza dell’ambra e delle note di cuoio tipiche del ladano andaluso esprimono un tocco sofisticato, assolutamente maschile. Firma del profumo, il miglior patchouli indonesiano, l’ingrediente che distingue tutte le fragranze di Gucci: raffinato ed esotico, per un tocco di lusso assoluto. Lussuosi e ricercati anche il design, i materiali, i colori del packaging e del flacone.

Night Effect

Forza e sensualità. Sono queste le caratteristiche della donna di oggi che Hugo Boss celebra con il suo nuovo Boss Nuit pour Femme. Dandogli il volto di un’icona di stile e successo: Gwyneth Paltrow.

Hugo Boss

Individuare gli strumenti di comunicazione più efficaci per far conoscere al mondo il complice ideale di una notte al femminile, ovvero Boss Nuit Pour Femme. Da questo presupposto nascono la campagna TV e la campagna stampa, realizzate rispettivamente dalla regista Jordan Scott e dal fotografo Michelangelo di Battista per il nuovo lancio di Hugo Boss. Nessun dubbio per la protagonista, come spiega Jordan Scott: “Gwyneth Paltrow è la scelta perfetta. A rendere speciale il rituale della preparazione di una donna per una serata è il senso di eccitazione per ciò che accadrà, a cui la donna Boss si dispone con sicurezza. Questa donna conduce una vita di successo non per caso: è forte, sofisticata e splendidamente femminile. Tutte qualità che Gwyneth possiede naturalmente”.

Ed eccola, la biondissima star, in un ambiente super raffinato. In lontananza, le luci della città brillano riflesse dallo specchio. Un sorriso appare sul suo viso mentre contempla la notte. Poi raccoglie il vestito nero, emblema assoluto di femminilità, e lascia scivolare le dita sul tessuto. Infine, l’ultimo tocco della “mise en beauté” di Gwyneth: uno spruzzo di profumo prima di avvicinarsi alla porta, prima che la serata abbia inizio. Una scena di vita quotidiana, resa magica dall’atmosfera, dalle luci, dalla musica… Nell’aria ha lasciato un’impronta profumata che durerà a lungo, fino al suo ritorno forse. Le note di testa, le più forti, raccontano l’euforia della donna Boss: la pesca bianca unita alla radiosità dell’accordo di aldeide offre un effetto fresco e frizzante. Parla invece di raffinatezza il bouquet di gelsomino e fiori bianchi, legato alla viola per una sensuale morbidezza, che emana dagli accenti di cuore. Nel fondo, le note vivaci di muschio fanno eco al carattere brillante delle note di testa, mentre accordi di legno e sandalo donano all’insieme un tocco morbido e delicato.

Hugo Boss

In piena sintonia con il profumo, la confezione e il flacone di Boss Nuit Pour Femme imitano le caratteristiche classiche del tubino nero. Il vetro e i dettagli dorati accentuano l’aspetto sofisticato della fragranza, mentre il nero suggerisce la notte misteriosa.

Dreamy Flower

Flower in the Air, la nuova fragranza formulata da Alberto Morillas per Kenzo, sceglie ancora una volta la freschezza dell’attrice e modella Shu Qi come testimonial per una campagna onirica e delicatissima.

Kenzo

Il cielo di Parigi come un campo di papaveri. È la visione di Patrick Guedj, direttore creativo di Kenzo Parfums nonché regista e fotografo della nuova campagna pubblicitaria video e stampa per Flower in the Air, l’ultima fragranza del brand. Una eterea Shu Qi - da sempre volto di Flower by Kenzo - questa volta si trova sulla riva della Senna, nel cuore di Parigi, in quel luogo magico che è l’Ile de la Cité. Nel video la vediamo tuffarsi nel fiume per raccogliere uno dei tanti papaveri che scopriamo sul fondo. Quando torna in superficie, assistiamo a un prodigio: milioni di papaveri la seguono e si elevano in volo verso il cielo, colorando la città di energia. Shu Qi, splendida nel suo abito rosso, non è altro che la personificazione della fragranza creata da Alberto Morillas, una fata capace di magie meravigliose.

“Per creare Flower in the Air - spiega il naso parfumeur - mi sono ispirato al cuore delle donne, osservandole come si guarda la prima rosa della primavera. Stando con loro, guardandole a lungo, ascoltandole in silenzio, il mio intuito di bambino si è gradualmente trasformato in una certezza che volevo dichiarare al mondo. Quello che ho imparato sulle donne, dalla mia esperienza di parfumeur e di uomo, è che il cuore di ognuna custodisce varie possibilità. Così, creando Flower in the Air, ho voluto rendere omaggio, non a una donna in particolare, ma a tutte le donne, di ieri, di oggi, di domani”.

Kenzo

Nel jus, la sintesi della femminilità è evocata dalle note di quattro rose diverse, abbinate a lampone e bacca rosa, sfumate in un soffio di magnolia e gardenia. “Ho cercato i fiori più belli in grado di esaltare la femminilità assoluta” aggiunge Morillas. “Ho raccolto quattro tonalità di rose che ho assemblato come un caleidoscopio. Rose declinate su sfumature di rosso. Da un rosso-papavero vibrante come l’energia che lo anima, a un rosa voluttuosa, ho voluto celebrare la donna con una firma tanto femminile quanto luminosa”. Il flacone, disegnato da Serge Mansau, interpreta la leggerezza sognante della fragranza coniugando il minimalismo del vetro trasparente alla nota accesa di rosso che richiama la visione del papavero librato in aria. Un profumo sfaccettato, ricco di note a volte croccanti a volte sensuali, che il claim della campagna definisce non a caso “the new Kenzo dream”.

Scent of victory

Il profumo della vittoria. Anzi, dell’uomo vittorioso. Con Invictus - che ha il volto, il corpo e la personalità dell’atleta Nick Youngquest - Paco Rabanne rende omaggio agli eroi moderni: i campioni.

Paco Rabanne

Le emozioni non mancano nel film pubblicitario realizzato per il lancio del nuovo profumo di Paco Rabanne, Invictus. Firmato da Alexandre Courtès, regista francese di lungometraggi, è prima di tutto un racconto epico e un’allegoria della vittoria. Possiamo seguire il percorso del campione nell’euforia del momento magico, dall’ingresso nello stadio sino agli spogliatoi, dove lo attende un “match” di altro tipo, ancora tutto da giocare: cinque splendide “divinità” sono pronte a svelarsi per lui, nel senso letterale del termine. In un susseguirsi di apparizioni che prendono in prestito dalla mitologia classica il senso del grandioso, metafora e realismo si intrecciano, enfatizzando una fantasia quasi carnale.

Nessun cedimento alla retorica del campione, che viene elusa non solo dall’eccesso dichiarato dell’insieme, ma anche da quel pizzico di autoironia che si legge negli occhi e sulle labbra di Nick Youngquest. Dunque anche lui è umano, dunque i sogni di grandezza possono appartenere a tutti, nessuno escluso. La musica di Kanye West accompagna questo messaggio ultra-mascolino e rafforza la contemporaneità dell’eroe Invictus.

Paco Rabanne

Fotografata da Nick e Warren, l’immagine pubblicitaria sprigiona una virilità “over”, sfoggiata senza falsa modestia. Il flacone è qui posto alla base dell’oggetto del desiderio: il corpo del vincitore. Come avviene sempre con Paco Rabanne, anche nello scatto fotografico il richiamo sexy si stempera in un sorriso malizioso, inducendo nello spettatore una rassicurante complicità con il campione. Ma che profumo ha la vittoria? “Tra freschezza sferzante e sensualità animale. Un contrasto forte tra due famiglie che si rispondono, si coniugano e si scontrano”, dice la profumiera Véronique Nyberg (IFF), alla quale Paco Rabanne ha chiesto aiuto per la creazione del nuovo jus. Per ottenerlo, l’abituale struttura a piramide è stata abbandonata a beneficio di una composizione a due teste. Un’opposizione di universi, forze, sensazioni e valori per un profumo legnoso fresco dove il piccante si affianca all’energico.

In questo contesto, il flacone non poteva essere che una coppa, il trofeo nella sua accezione più pura e riconoscibile, interpretato però con originalità. Un oggetto da collezione, ma anche pratico, realizzato dall’eclettico design Cédric Ragot nella tradizione di eccellenza della profumeria francese.