Formazione diversificata per il nuovo volto di Mouillettes & Co.

Mouillettes & Co Srl

Aria di novità da Mouillettes & Co, scuola di formazione fondato da Maria Grazia Fornasier e specializzato in corsi rivolti all’universo dei profumi. Nasce infatti una nuova formula societaria che sancisce l’ingresso di tre figure professionali all’interno del team originario. Un’impresa tutta al femminile che, grazie a esperienza fondata e sensibilità per le tematiche olfattive, intende svelare e approfondire sempre
di più le dinamiche del settore fragranze.


Dallo scorso febbraio Mouillettes & Co di Maria Grazia Fornasier è diventata Mouillettes & Co Srl, una nuova società tutta al femminile. Fondata nel 2004, fin da subito ha saputo cogliere le potenzialità inespresse del settore e da sempre contribuisce a diffondere sensibilità, cultura e conoscenza del mondo del profumo con programmi di consulenza e formazione esclusivamente dedicati all’universo olfattivo.

Quest’anno, al team iniziale costituito da Maria Grazia Fornasier ed Elena Scotti, si sono unite Tania Colla, Sara Ravo ed Emanuela Rupi. “Abbiamo istituito una nuova formula societaria - spiega Maria Grazia Fornasier - in continuità con il passato, che porta a un ampliamento della nostra offerta formativa.
Da sempre proponiamo formazione e consulenza, perché percepiamo che c’è attenzione alla cultura della fragranza. Proprio per questo era da tempo che cercavamo delle partner per potenziare la nostra risposta alle aziende, persone con esperienza consolidata, attratte dall’idea dell’avventura imprenditoriale. È una scelta che richiede una forte motivazione. Ora finalmente abbiamo trovato le persone giuste, con la stessa visione e la stessa voglia di iniziare un percorso tutto da costruire”.

Quali esigenze coprite e con quali modalità formative?
Sono due gli aspetti principali su cui puntiamo. L’obiettivo generale è quello di rispondere a un numero sempre maggiore di domande nel campo della formazione vista la più diffusa sensibilità. In particolare, vogliamo dare una risposta molto centrata sulle esigenze della formazione dei punti vendita, che rimane sicuramente una delle aree dove c’è ampio margine di sviluppo. La nostra socia Sara Ravo conosce bene tutte le problematiche che si presentano al personale di vendita e ha una grande capacità di adattare la nostra tecnica teorica di linguaggio all’esigenza di un punto vendita. Siamo convinte che più il personale di vendita sia qualificato più riesce a mettere in risalto quell’aspetto emozionale che il cliente ricerca.

E l’altro aspetto?
Abbiamo rilevato un notevole cambiamento in corso nell’approccio alla commercializzazione di linee profumate. Da quella che in passato era quasi l’unica soluzione possibile per un marchio, ovvero affidare la licenza a un’azienda che aveva già una serie di linee, siamo passati - un po’ per lo sviluppo della profumeria artigianale, un po’ perché si stanno evidenziando nuovi sistemi distributivi – a tanti marchi che vogliono sviluppare un ampliamento del loro marchio attraverso linee profumate che distribuiscono direttamente, e in questo mancano di esperienza. Grazie a Emanuela Rupi e Tania Colla, ora possiamo accompagnare le aziende in tutte le fasi del processo di sviluppo di una linea. Dall’idea alla valutazione del piano economico. Cerchiamo di portare un approccio razionale a sostegno dell’aspetto creativo.
Diamo una visione distaccata, obiettiva e tecnica, utile per valutare la coerenza del progetto, la  corrispondenza tra fragranza e marketing mix, la collocazione in una tendenza dominante o controcorrente.

Come può definirsi la mission di questa nuova società?
La mission è quella di sempre, la nostra idea è fornire ai professionisti presenti e futuri dell’industria del profumo tutti gli strumenti per svolgere il loro operato in modo qualificato. Le cose non sono cambiate, si sono solo aggiunti dei tasselli.

In quale trend di mercato vi inserite?
In questi anni le aziende si sono rese conto che è necessario fare un salto di qualità, per questo devono rivolgersi a chi può aiutarli a sostenerlo. L’anno scorso abbiamo verificato un incremento del fatturato del 70% che ci dimostra che c’è sempre più consapevolezza da parte delle aziende della necessità di cercare soluzioni razionali e qualitative.

Progetti a breve e medio termine?
Abbiamo ancora bisogno di crescere. Quest’anno ripetiamo un’iniziativa significativa, Professione Olfatto, che l’anno scorso aveva ricevuto il sostegno di Accademia del Profumo e delle aziende che ne fanno parte, conseguendo risultati incoraggianti. L’edizione zero ci ha fornito un buon feedback, quest’anno avremo delle conferme. Dal punto di vista della consulenza, abbiamo istituito una serie di incontri, Gestire il Progetto, ogni ultimo martedi del mese: illustrano tutte le fasi e tutti gli aspetti necessari da sapere per sviluppare una linea profumata.
Vogliamo insegnare come evitare i passi falsi legati alla mancanza di consapevolezza. Spesso i partecipanti arrivano qui con una visione un po’ romantica, per scoprire poi tutta una serie di problematiche che non si immaginavano. Abbiamo anche in preparazione un progetto pilota a Parma rivolto alla formazione di personale di vendita delle profumerie della città. Insomma, le idee non ci mancano!

Qual è il plus di una società tutta in rosa?
In Mouillettes & Co tutte le socie possono vantare esperienze vissute, trasferiamo un know how costruito sulla realtà del settore dei profumi, sostenuto da un metodo in esclusiva che ci garantisce un sistema pedagogico efficace. Siamo capaci di garantire una coerenza qualitativa. Ci vuole il coraggio di mantenerla e non cedere a facili ricerche di fatturato. Questo è uno dei punti su cui siamo tutte d’accordo e intransigenti. La mia visione è che le donne hanno quella tenacia necessaria per perseguire anche percorsi difficili. Siamo animate dalla passione per un universo che ha tanti valori e che ha ancora bisogno di essere messo in luce in tutti i suoi aspetti. Siamo tutte personalità diverse, ma il bello è saper unire i punti di forza di ognuna per arrivare a un risultato comune.