Il profumo della letteratura

Il profumo della letteratura

Un libro che indaga i rapporti fra scrittura e sensazioni olfattive...


IL PROFUMO DELLA LETTERATURA

Un libro che esplora il binomio fragranza-letteratura. Un viaggio attraverso i profumi e le essenze che pervadono la vita degli autori e dei loro personaggi letterari, lasciando una traccia nei cuori di chi scrive e di chi legge.

Edito da Skira e realizzato grazie al contributo dell’Università Ca’ Foscari e Cosmetica Italia, il libro Leggere il profumo è curato da Daniela Ciani Forza e Simone Francescato ed “indaga i rapporti fra scrittura e sensazioni olfattive intesi come indici significanti delle culture del mondo e delle diverse sensibilità con cui ciascuna ne esprime le sfumature”.

I saggi che lo compongono presentano un universo olfattivo-letterario che si estende dall’antichità alla cultura rinascimentale, dal simbolismo e dal decadentismo della fin de siècle a fenomeni letterari postmoderni di grande risonanza mediatica. Passando attraverso cinema, musica, moda e teatro con Shakespeare, D’Annunzio, Coco Chanel, Marilyn Monroe (“E cos’è la verità della rosa se non il suo profumo?” scriveva Arthur Miller nel ricordare l’amore perduto di Marilyn). “

Questo libro costituisce una dimostrazione di quanto gli odori e il mondo delle fragranze abbiano da sempre rappresentato una costante nella storia della società. A tutti i livelli e alle varie latitudini” ha scritto nella prefazione Fabio Rossello, presidente Cosmetica Italia. “In Leggere il profumo appare chiaro come sia limitato ricondurre il concetto di profumo alle composizioni alcoliche: profumo è tutto ciò che stimola l’olfatto, offrendo sensazioni emotive che riflettono le sfaccettature e le complessità delle relazioni interpersonali”.

Il volume accompagna la recente apertura del Museo del Profumo di Venezia a Ca’ Mocenigo - patrocinato dalla Fondazione Musei Civici di Venezia e sostenuto da Mavive Parfums - attraverso cui si è voluto riscoprire e valorizzare la vocazione millenaria che colloca l’Italia, e in particolare proprio la Serenissima, tra i capostipiti della tradizione della profumeria mondiale.