Non si ferma la voglia di comprare cosmetici - 2009 - Allure.it il portale del settore profumeria


Non si ferma la voglia di comprare cosmetici

Il consumo di prodotti cosmetici non si ferma soprattutto nella grande distribuzione, nelle farmacie e in erboristeria.


I consumi totali di cosmetici nel 2009 in Italia si attestano sui 9.100 milioni di euro. I fatturati delle imprese, prossimi agli 8.300 milioni di euro, risentono del calo delle esportazioni. Sono i dati congiunturali  presentati da Unipro, Associazione italiana imprese cosmetiche, relativi al secondo semestre 2009 e le previsioni del primo semestre 2010.

 Nonostante il perdurare di tensioni sui consumi e l'indebolimento del potere d'acquisto delle famiglie, i consumatori  non rinunciano ad un uso che è diventato un gesto quotidiano, sono diventati più attenti, più selettivi, cercano il cosiddetto "miglior prezzo" perché sanno che per ogni prodotto è possibile trovare la miglior combinazione canale-prezzo-qualità.

Dall'indagine congiunturale del Centro Studi e Cultura d'Impresa di Unipro emerge una situazione di mercato ancora disomogenea, mediamente positiva anche se alcune ombre persistono soprattutto sui canali professionali.

Ha così commentato Fabio Franchina, presidente Unipro: "Lo sforzo delle imprese della cosmetica prosegue da tempo al servizio di mercati in evidente ridefinizione strutturale. Nel 2010 assisteremo ad un'ulteriore evoluzione del mercato cosmetico: per questo Unipro ha deciso di investire risorse ed energie per favorire le imprese in questo momento. Il primo appuntamento importante sarà il Cosmoprof di Bologna dove sarà possibile misurare la competitività delle imprese Italiane non solo sul mercato interno ma soprattutto nei confronti dei mercati esteri che stanno registrando importanti segnali di ripresa".

(nella foto: il Presidente Unipro, Fabio Franchina)