Una città Una donna

ValentinaDue identità che si incontrano. Quella di Roma di notte, deserta e segreta, e quella di una donna speciale, sensuale e insolente. Due identità che si confondono. E insieme diventano Valentina, fragranza dalla magia classica e contemporanea, firmata Valentino.


C’è tutto Valentino nella campagna adv scattata da David Sims e nello spot televisivo diretto da Johan Renck per il nuovo profumo Valentina. C’è Roma, sontuosa città d’origine della moda del grande couturier, sua prima e massima fonte d’ispirazione. Una Roma che non è dolce vita e neppure vita dolce. Ma scoperta incessante di chiaro-scuri nascosti, scorci segreti, storia che si racconta da sola e da sola si contraddice.

E c’è una donna, anzi una musa. Seduttiva, sofisticata, contemporanea, libera di ignorare lo sguardo ammirato che le accarezza le spalle. Si chiama Freja Beha: è una modella che arriva da lontano, dalla Danimarca. Presto però acquisirà un altro nome e dimenticherà il gelo nordico, avvolta da un soffio di ponentino. Nell’aria si respirano accordi floreali orientali, mescolati al bergamotto di Calabria, ravvivato dall’insolenza dei tartufi bianchi d’Alba. Poi il gelsomino, il fiore d’arancio di Amalfi, la tuberosa. E infine fragole selvatiche, cedro, ambra. Nell’incontro fatale con Roma, Freja è diventata Valentina.

Nell’angolo più intimo della sua casa, c’è una preziosa bottiglia di cristallo trasparente e purissimo, che racchiude le intense note del “suo” profumo. La forma essenziale, delicata e senza spigoli, è ingentilita da tre fiori appena sbocciati. Chiarissime le tonalità: bianco, avorio, nudo. Anche in questi dettagli - allusioni esplicite alle più recenti collezioni del brand - c’è tutto Valentino. Con il suo nuovo gusto per le contrapposizioni e le contraddizioni.