KELAA M’GOUNA - MAROCCO
Un fiore per la vita

di Laura Tonatto

Le rose per gli abitanti della valle del Dades sono sorgente di felicità e vengono utilizzate sia per la cura del corpo che per la preparazione dei dessert. Dalla nascita alla morte, i petali della Rosa Damascena accompagnano i riti quotidiani di questa popolazione berbera. Prima delle nozze, la sposa profuma e addolcisce la sua pelle con un melange a base di henné e di petali di rosa essiccati, il suo cammino è anticipato dallo spargimento di petali di rosa, la rosa berbera di Kelaa M’Gouna è anche utilizzata come rimedio medico per gli abitanti della valle.

La raccolta delle Rose Damascene della valle del Dades in Marocco è affidata totalmente alle donne. L’acqua di rosa viene prodotta nel villaggio di Kelaa M’Gouna, che si trova nel sud del Paese. La regione è la terza produttrice al mondo di Rose Damascene. Il lavoro della raccolta di questo fiore, che cresce spontaneamente nella regione, è molto faticoso. Le raccoglitrici devono percorrere molti chilometri a piedi per trasportare il carico verso i laboratori di estrazione, e ricevono in cambio compensi bassissimi.

L’acqua di rose, estratta dalla distillazione del vapore dai petali della Rosa Damascena, è diventata un prodotto di larghissimo consumo perché costa poco e ha virtù purificatrici, rigeneranti, antisettiche e rinfrescanti. Può essere utilizzata su tutti i tipi di pelle e in ogni momento della giornata, come lozione rinfrescante. Il suo profumo delicato e le sue proprietà lenitive per la pelle irritata sono molto apprezzate. Come tonico astringente è raccomandata per tutti i tipi di pelle, in particolare per la pelle sensibile, che rinfresca e riequilibra in modo naturale.